A tutela della privacy: cosa cambia?

download.pngSi chiama General data protection regulation la nuova normativa europea sulla privacy, che entrerà in vigore a partire dal prossimo 25 maggio.

Nell’epoca della connettività, dei recenti scandali che hanno travolto, portando al tracollo, aziende come Cambridge Analytica, delle inchieste e della sensazione di essere sempre più esposti a una digitalizzazione irreversibile, sentiamo sempre più urgente e ineludibile la questione della gestione dei nostri dati, ovvero di quelle informazioni che – liberamente o no, consapevolmente o no – concediamo a terzi in cambio di servizi, prestazioni ecc.

Sappiamo che l’impatto dell’informazione all’epoca dei big data non è di poco conto, ma sapremmo quantificare i rischi a cui siamo esposti (prima di tutto come utenti, poi eventualmente come gestori di dati)? Certo, sempre di più stiamo acquisendo consapevolezza sui risvolti teorici, pratici – finanche commerciali e politici – che possono avere dati in libera circolazione o in possesso di qualcun altro, ma di sicuro possiamo dire di essere incerti su possibili soluzioni che ci facciano sentire più protetti o che tutelino la nostra attività.

La citata GDPR reagisce in parte alle derive possibili dell’utilizzo dei dati, mirando a uniformare a livello europeo la regolamentazione sulle norme relative alla privacy, sul trattamento dei dati, sul nostro diritto a essere in pieno controllo delle informazioni che ci riguardano e sugli obblighi che le aziende che hanno a che fare con la gestione e il trattamento dei dati sono tenuti a rispettare.

Un aspetto che fra gli altri vale la pena di menzionare è quello dell’accountability, della “responsabilizzazione” che investe il titolare del trattamento dei dati personali in considerazione del rischio che possa comportare per i diritti e le libertà degli interessati.

“Il principio di accountability del titolare e del responsabile del trattamento dei dati è stato introdotto a partire dalla constatazione che la precedente impostazione della normativa non garantiva una reale difesa degli interessati alla protezione della propria riservatezza”, scrive il professor Alessandro Battistella, autore dell’articolo “La privacy nelle RSA” che apparirà sul prossimo numero di CARE&Management.

Altri elementi del GDPR riguardano poi: il registro dei trattamenti, l’analisi dei rischi o Data Protection Impact Assessment, la questione del Data Breach, il DPO o Data Protection Officer, figura competente sia in aree giuridiche che informatiche, a cui verrà affidato il compito di analizzare, valutare e disciplinare la gestione del trattamento e della salvaguardia dei dati personali all’interno di un’azienda, secondo le direttive imposte dalle normative vigenti.

Noi di Editrice Dapero siamo sensibili al problema e sappiamo quanto sia delicata la questione privacy, sia per gli utenti, sia per coloro che gestiscono aziende di servizio alla persona, che, gioco forza, devono avere a che fare con quantità considerevoli di dati personali.

Ecco perché abbiamo pensato di offrirvi la possibilità di conoscere meglio i dettagli della normativa e di prepararvi al meglio, prima del 25 maggio, data in cui la GDPR entrerà in vigore.

Quando e dove?

Il 23 maggio, in occasione del Meeting Delle Professioni Di Cura, all’interno del tavolo di lavoro creato in collaborazione con Softwareuno, insieme all’esperto Gianluca Lombardi e ad Alessandro Rosace, che svolgerà il ruolo di coordinatore del tavolo.

Schermata 2018-05-03 alle 10.49.48

Preparatevi in tempo e fatelo al  Meeting Delle Professioni Di Cura!

Per scoprire la programmazione e le modalità di iscrizione al Meeting –  che si terrà a Piacenza, presso la Volta del Vescovo,  il 23 e 24 maggio –  consultate il sito: https://meetingdelleprofessionidicura.com/

Vi aspettiamo a Piacenza!

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...