Sente-Mente: il modello che s-vela bellezza

Una giornata formativa in quel di Barbarano

Con tutte le cose che ho da fare in casa di riposo, ora mi devo occupare anche di bellezza?”

barbarano

Riportando questa domanda, la brillante moderatrice Grazia Frassin[1] ha aperto la giornata formativa cui ho preso parte ieri a Ponte di Barbarano (VI), attratta dal titolo curioso:

“Coltivare la bellezza nei servizi socio-sanitari educativi”

E le ore successive hanno poi giustificato perfettamente la risposta: sì, è assolutamente necessario che impariamo a occuparci anche di Bellezza, nelle nostre strutture, ma forse ancor prima nella nostra vita. Ma che cosa significa “Bellezza”? Ce lo racconta Letizia Espanoli[2], ideatrice del Sente-Mente®Project:

“La bellezza è un’occasione di esperienze emotive e intuitive, che siano capaci di portare le persone a trascendere, all’ ‘Al di là’. La bellezza è un viaggio quotidiano nell’Al-di-là: entra dentro di te e ti rende migliore.”

E sono quattro le categorie Al-di-là delle quali possiamo andare, grazie all’aiuto della Bellezza:

1) Ambiente. Sappiamo tutti che, troppo spesso, l’arredo di comunità non è un arredo di bellezza. Al centro è sempre – e solo – stata la funzionalità. Il funzionale è certamente il minimo, ma possiamo fare qualcosa di più in questa direzione. Possiamo smettere di accontentarci, aggiungere piccoli dettagli, magari “buttar via” ciò che toglie bellezza agli ambienti per ricreare così armonia: ed ecco che una sedia può anche essere bella, oltreché funzionale.

2) La bellezza in noi. Per prima cosa dobbiamo riconoscere la nostra personale bellezza, ovvero l’insieme dei nostri talenti e delle nostre possibilità, che dobbiamo aggiungere coraggiosamente alla somma delle nostre conoscenze e delle nostre competenze tecniche. Se l’umiltà è importante, è pur vero che essere umili non significa non riconoscere i propri talenti: non c’è nulla di generoso nel non mettere i propri talenti a disposizione degli altri!

3) La bellezza nell’altro. E non è un caso che questa categoria venga dopo quella precedente: è indispensabile che prima di tutto ci prendiamo cura di noi e della nostra personale bellezza, per poter avere l’energia e l’attenzione necessaria per prenderci cura degli altri. Possiamo scegliere di andare oltre il modello inverso, che nel tempo ci ha portato a condizioni preoccupanti di stress e che evidentemente non ha mai funzionato davvero. La bellezza è nelle altre persone e in molte cose che, nella vita, ci circondano. La bellezza, però, è un fatto soggettivo, che appunto ha a che vedere con l’attenzione: le primule che io vedo belle, non saranno nemmeno notate da chi cammina di fretta…

4) Partecipare ai valori. I “bei valori” che ci raccontiamo di avere – come persone o come strutture – non sono niente se non diventano esperienze concrete. “Ciò che tu fai, dice chi tu sei”, diceva Luigina Mortari. E la bellezza sarà là dove la bella parola si trasforma concretamente in buona azione.

L’inconsapevole bellezza della natura

Desidero raccontarvi anche di Cristina Fino[3], ideatrice di una nuova terapia non farmacologica: Experience Nature. Cristina ha creato questo metodo a partire da un obbiettivo preciso: riconnettere l’essere umano alla natura. In che modo? Attraverso la visione di DVD tematici, da lei stessa realizzati, la cui varietà permette di contestualizzare le stagioni, scandire la giornata, sostenere attività di gruppo che vanno dalla semplice visione rilassante a laboratori artistici, creativi, psicomotori…

Mostrandoci alcuni estratti dai suoi capolavori, Cristina ha spiegato come l’immersione prolungata nella bellezza sia capace di attivare bellezza in ciascuno di noi. Questo perché esiste la Legge della Risonanza, secondo la quale qualsiasi cosa risuona quando è attivata dalla sua stessa frequenza. Pensate ai diapason, che se accordati sulla stessa nota vibrano insieme seppur ne sia percosso solo uno. Ecco: sollecitate dal bello, si attivano in ognuno di noi quelle stesse vibrazioni di poesia e bellezza che costituiscono la nostra parte più pura.

Non posso raccontarvi a parole la Bellezza di Experience Nature, però posso dirvi che questi DVD sono stati sperimentati anche con persone affette da demenza, aiutando a combattere il vagabondaggio, a ridurre i disturbi del comportamento e l’insonnia, inducendo serenità, buonumore e rilassamento, aumentando la capacità di concentrazione e la creatività, attivando facoltà che si credevano perse e, persino, favorendo la reminiscenza.

Guardate per esempio cosa è accaduto nell’RSA Maria Grazia dell’Opera Pia Cerino Zegna (BI), ai residenti che hanno partecipato a un laboratorio di pittura, introdotto – un giorno alla settimana, per oltre quattro mesi – dalla visione di una sequenza lunga di questi DVD:

confronto Elena stessi giorni.jpg

Guardate la differenza dei dipinti realizzati dalla stessa persona, a pochi giorni di distanza, prima e dopo aver visto i video. E come questo, ce ne sono molti altri a testimoniare che i filmati hanno davvero saputo migliorare la concentrazione, le abilità psicomotorie e la creatività delle persone…

Cos’è il Sente-Mente per me

elena-mantesso-2Potrei raccontare ancora molto di ciò che ho imparato in questa giornata. Potrei parlarvi, per esempio, dell’entusiasmo contagioso di Elena Mantesso, degli esercizi con cui ci ha stimolati e della leggerezza che ha saputo trasmettere, della semplicità che ha usato quando, sedendosi a terra, ci ha detto: “provate anche voi, sedetevi a terra quando volete entrare in contatto con una persona affetta da demenza”.

Potrei andare oltre, ma non voglio. Desidero che ognuno abbia l’opportunità di vivere una form-azione come questa, in modo del tutto personale, seguendo le proprie emozioni e non i miei consigli. Perché è poi questo il senso di un progetto come il Sente-Mente®, che “pur essendo un modello unico riesce a sposarsi con i talenti degli individui che incontra”… E per me il Sente-Mente® rappresenta speranza, possibilità e bellezza per tutti noi che vogliamo costruire un mondo dei servizi nuovo e migliore. Un mondo fatto di entusiasmo autentico, che sorge in noi non perché rinunciamo alle emozioni negative, ma perché impariamo a viverle per trasformarle.

Io sono pronta a incamminarmi sulla strada della Bellezza, a “estirpare le mie erbacce”, a indignarmi e a dire “no” quando sarà necessario e a continuare a “farmi il culo” per creare ogni giorno qualcosa di Bello… E voi?

 

Note:

[1] Segretario Direttore Opera Pia Raggio di Sole.

[2] formatrice e consulente in ambito sociosanitario ed educativo.

[3] Regista, fondatrice della casa editrice Alamar Life.


2 thoughts on “Sente-Mente: il modello che s-vela bellezza

  1. Grazie Giulia!

    Ieri ero a Bassano del Grappa per la formazione a due strutture, che mi hanno trovata tramite il tuo articolo.

    Ed è bellissimo conoscere persone dedite alla cura che hanno a cuore il loro lavoro, visitare le case per anziani che funzionano bene e sapere che funzioneranno ancora meglio, con l’apporto del mio lavoro.

    Grazie ancora Giulia, e complimenti per la passione e la professionalità con cui porti avanti il tuo ruolo di punto di riferimento divulgativo nel mondo socio-sanitario. Anche una struttura, come ti dicevo, che è qua a mezz’ora da me, mi ha conosciuta tramite la tua rivista e mi hanno detto che spesso traggono spunto dai tuoi articoli. Così… avanti tutta!

    E per qualsiasi cosa, io ci sono!

    Un abbraccio,

    Cristina

    Liked by 1 persona

    1. Stupenda Cristina!
      Che fortuna averti incontrata nel mio cammino…
      Mi riempie il cuore leggere le tue parole; sapere che unendo le nostre forze abbiamo fatto qualcosa di veramente grande.
      Voglio interpretare a modo mio la “Legge della Risonanza” e dire questo: se nei tuoi DVD c’è bellezza è perché prima di tutto la bellezza è in te.

      Ci sentiamo presto e un grande abbraccio

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...