Il caffè filosofico per chi lavora in strutture per anziani

KMBT_C454-20161116180239In un precedente articolo vi abbiamo detto di aver organizzato un caffè filosofico. Ma cos’è un caffè filosofico?

La storia comincia con un filosofo francese, che ogni domenica mattina s’incontra con degli amici al caffè per fare due chiacchiere. Tramite un provvidenziale telefono senza fili, si sparge la voce che chiunque possa recarsi lì per prendere un caffè e discutere con lui di ciò che vuole. Pian piano, il passaparola cresce e dopo alcune domeniche il Cafè Philo ha preso corpo: siamo negli anni ’90, e nel giro di alcuni anni l’idea verrà importata anche in Italia.

Il caffè filosofico, com’è chiamato qui da noi, è una discussione filosofica di gruppo “a ingresso libero”, ovvero per partecipare non ci sono prerequisiti. D’altra parte, per quanto tutti ci immaginiamo i filosofi pieni di libri (e di barba), per praticare la filosofia, alla fine, non serve alcuna conoscenza pregressa: basta armarsi di apertura verso le idee degli altri e di voglia di spiegarsi e capirsi. In fondo Socrate, l’idolo di tutti i filosofi, non aveva mai seguito un corso di filosofia, né scrisse mai alcun libro, e diceva persino di non sapere niente. Era sostanzialmente una persona qualunque, ma curiosa e sempre desiderosa di mettere in dubbio anche le cose più ovvie. La filosofia, insomma, non è tanto un mestiere: è un atteggiamento. Il caffè filosofico è quindi l’occasione per concederci di essere dei filosofi.

In cosa consiste un caffè filosofico? Be’, sulla scia del suo nome, potremmo dire che nella nostra “moka” dovremo mettere, al posto dell’acqua, una domanda generale sulla natura di un concetto, per esempio “come dev’essere l’ambiente di lavoro?” o “cosa causa lo stress?” o ancora “cos’è la leadership?”. Al posto della polvere di caffè, metteremo le esperienze vissute da tutti i partecipanti e le loro idee. A questo punto accenderemo la scintilla della discussione, lasciando che i presenti esprimano la loro opinione sull’argomento prescelto, sottolineandone gli aspetti fondamentali, portando esempi magari vissuti in prima persona, sempre in maniera oggettiva, per arrivare a rispondere alla domanda iniziale, non per confidarsi e dirottare la discussione su di sé. Il risultato che otterremo sarà una risposta al quesito di partenza (una risposta provvisoria, come tutte quelle della filosofia). L’aroma sarà garantito dallo spirito di collaborazione, e non di sopraffazione, che avrà animato il dialogo, il quale non deve mirare ad eleggere un vincitore ma a mostrare come in ogni punto di vista si celi qualcosa di vero ma in nessuno la verità assoluta.

Perché un’attività come questa può rivelarsi utile per il personale delle strutture per anziani? Perché rappresenta un’occasione per confrontarsi e concedersi dei momenti di pausa dal lavoro per riflettere su cosa si sta facendo e su come lo si sta facendo, cosa per la quale di solito non si hanno né il tempo né le energie.

Alcuni temi, la cui messa in discussione può sembrare oziosa, possono invece far emergere, nel confronto tra le varie persone, problemi insospettati, soluzioni insperate o semplicemente pensieri mai presi in considerazione. Un’esperienza del genere, che è preziosa per la vita di qualunque persona, lo è a maggior ragione per coloro che di mestiere devono prendersi cura degli altri, perché le relazioni che entrano in gioco in tali contesti sono spesso intricate e complesse: parlarne in gruppo, in maniera distaccata, può gettare nuova luce sui propri interrogativi, anche solo scoprendo che gli stessi problemi assillano anche gli altri.

Vi piacerebbe partecipare ad un caffè filosofico? In Italia ci sono filosofi che li organizzano e noi di CARE Magazine, nel nostro piccolo, ne abbiamo tenuto uno il 18 novembre a Montecchio Emilia (cliccate qui per leggere com’è andata). Magari un giorno ci ritroveremo a fare quattro chiacchiere filosofiche anche con qualcuno di voi!

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...